Archivio news 06/05/2019

PREVIEW SERIE A (ritorno quarti di finale playoff e andata playout)

Preview del ritorno quarti di finale playoff e dell'andata del playout

Ostia Calcio a 8-Castel Di Leva (Honey, ore21:30)

Dopo lo 0-4 della gara di andata, Ostia Calcio a 8 Castel Di Leva si ritrovano di fronte all' 'Honey' per decidere chie delle due sfiderà in semifinale il Jamaica Team di Grenga. 

La gara di andata ha lasciato pochi dubbi, con i ragazzi di Benedetti che nonostante una gara non spettacolare, hanno portato a casa un risultato tondo e confortante in vista del match di ritorno. Bomber Celiani è sembrato in forma smagliante, con la sua tripletta d'autore (due gol da rapace d'area nel primo tempo e uno al termine di una bella azione corale dei suoi nella ripresa) che ha indirizzato la partita, così come tutto il pacchetto arretrato formato da Brannetti, capitan Giacinti Mirante, che ha offerto una prestazione pressoché perfetta con pochissime sbavature davanti a Marcheggiani. Di contro servirà un vero e proprio miracolo alla compagine di Tomei per sovvertire un risultato così pesante, ma certo è che Salveta, Mosciatti e compagni daranno da torcere fino all'ultimo agli avversari, come confermato dal tecnico bianco-granata al termine della partita di andata. 

Peperino La Rustica-Atletico Pisana (Ciriaci, ore 21:30)

Discorso analogo all'altro quarto di finale per Peperino La Rustica Atletico Pisana che si sfideranno invece ancora una volta al 'Ciriaci' per stabilire la sfidante della capolista (e finora imbattuta) Roma Calcio a 8 di Ferretti. 

Lunedì scorso la squadra di D'Amora ha ottenuto un rassicurante 5-2, ma rispetto alla gara dell' 'Honey' la situazione è leggermente più aperta. I biancorossi, infatti, hanno sì meritato di portare a casa l'intera posta in palio, ma c'è da dire che al cospetto avevano una compoagine fortemente rimaneggiata e nei 50' anche molto sfortunata (vedi autogol di Marino e numerosi interventi miracolosi di Cittadini). Sugli scudi bomber Ascione (doppietta), Nardecchia e lo strepitoso Cittadini (decisivo in più circostanze), che proveranno a ripetere la grande prestazione di lunedì scorso per i padroni di casa, e arduo compito di prendere in mano la squadra per Pollace, Marino e Cesaro in una gara molto delicata anche e sopratutto dal punto di vista psicologico per gli ospiti. Spettacolo garantito, dunque, con i biancorossi chiamati a difendere con le unghie e con i denti il vantaggio costruito sette giorni fa e i ragazzi guidati da Di Pasquale che dopo una chiusura di regular season in crescendo e senza nulla da perdere, cercheranno l'impresa nella sfida di ritorno. 

Villa York-ASD Maxim (Ciriaci, ore 22:30)

Dopo una stagione difficile e ricca di pochi alti e tanti bassi, Villa York ASD Maxim si sfidano nel primo round del delicato playout per rimanere in Serie A anche nella stagione 2019/2020. 

I padroni di casa hanno il vantaggio della miglior posizione in classifica, che consentirebbe loro di raggiungere la salvezza in caso di parità al termine del doppio confronto, e la consapevolezza di poter battere ancora i diretti avversari, già sconfitti due volte (1-3 all'andata e 6-2 al ritorno) in regular season, mentre gli ospiti hanno qualche certezza in meno ma la convinzione di potersela giocare con tutti, come dimostrato in più occasioni durante lo svolgimento del torneo in cui hanno messo spesso e volentieri in difficoltà avversari certamente più blasonati, anche se alla fine dei 50' i punti portati a casa sono stati nulli. 

A sfidarsi saranno le squadre che hanno ottenuto meno punti (13 per il Villa York con 4 vittorie, un pareggio e 17 sconfitte, e 9 per il Maxim con 3 vittorie e 19 sconfitte) i due peggiori attacchi (39 gol realizzati dal Villa York e appena 27 dal Maxim) e le due difese più perforate (120 reti subite dal Villa York e 113 dal Maxim), in una gara assolutamente equilibrata e in cui conterà molto una salda tenuta mentale per tutti i 100'. Caramelli Barboni da una parte e Mohamed Tomaselli dall'altra, saranno gli uomini in più a cui le due compagni si affideranno per rimanere aggrappate alla massima serie.