Archivio news 07/06/2019

MILAN Calcio a 8 tra tradizione e novità

La Squadra del bomber Francesco Fè a caccia di maggiore continuità

La #CenturionLeague, categoria Gold, per il Milan Calcio a 8 è partita con un turbine di emozioni, tra sonore vittorie (il secco 9 a 0 all'Atletico Vignaccia) e rocambolesche sconfitte (contro Testaccio e Ajax). Ai nostri giornalisti ha parlato Francesco Fè, bomber della formazione rossonera, attuale capocannoniere dell'intera categoria #Gold (con già 7 gol all'attivo in quattro match disputati) ma soprattutto condottiero sempre in grado di prendersi la squadra sulle spalle e trascinare i suoi anche nei momenti più difficili.

Analizzando la partenza altalenante dei suoi Fè ha dichiarato che: "In queste prime partite non siamo riusciti a prevalere perché prendiamo troppo sottogamba le gare ma la squadra è competitiva in ogni zona di campo. Contro Ajax e Testaccio eravamo in vantaggio e abbiamo pregiudicato il risultato crollando negli ultimi minuti di gara".

C'è da crescere in maturità e attenzione ma le premesse ci sono tutte: "L'ossatura della rosa è sempre la stessaaggiunge Fè - ma abbiamo fatto alcuni innesti per rafforzare le mancanze che aveva la squadra e che nei tornei precedenti ci aveva penalizzato".

Perché anche se il nome è nuovo, il Milan Calcio a 8 può vantare un notevole bagaglio di esperienza nella #CenturionLeague. Sotto il vecchio vessillo di Lupa Romana molti dei giocatori che adesso militano tra le fila dei rossoneri si erano conquistati una finale scudetto nel torneo invernale.
"Partecipiamo già da tempo ai campionati della Centurion, dopo un breve periodo di pausa ci siamo riuniti e abbiamo scelto di iniziare questo "nuovo" percorso con il Presidente Emiliano Cerchi. Per il futuro speriamo di migliorare e far sì che questa squadra diventi competitiva in una serie superiore".

Un nuovo inizio quello del Milan, necessario per trovare nuovi stimoli e provare a portare avanti il progetto. Un progetto che però, spiega Fè, si posa sulle basi solide di un gruppo che si conosce da molto tempo: "Siamo un gruppo di amici, un po' genio e sregolatezza. Puntiamo sempre a divertirci e a fine gara ci prendiamo in giro. Ma dal fischio d'inizio fino a fine partita mettiamo sempre il 100% perché perdere non piace mai a nessuno".

"Il collettivo c'è, i punti di forza della squadra sono molti: dal portiere formidabile a diversi giocatori che fanno le categorie. Abbiamo talenti come Alessio Lazazzera e Tiziano Tiraferri, solo per citarne alcuni. Abbiamo anche un ottimo esterno d'attacco come Emanuele Varani che - aggiunge Fè ironizzando - è anche l'elemento di maggior disturbo, che vuole sempre la palla anche quando è a kilometri di distanza".

In casa Milan si respira dunque un'aria di spensieratezza ma allo stesso tempo di fiducia nei propri mezzi. "La vittoria per 9 a 0 contro il Vignaccia puà essere considerata il nostro biglietto da visitaspiega l'attaccante rossonero. "Non è arrivata per caso: segnare così tante reti e mantenere la porta inviolata contro una buona squadra è un segnale della nostra forza".

L'obiettivo ora è evitare i blackout che hanno compromesso le sfide con Ajax e Testaccio. Perché se è vero che il Milan in campo si divertirà sempre, vincendo potrà divertirsi ancora di più.

In bocca al lupo al 'Milan Calcio a 8' per il proseguo del campionato!

Lorenzo Magnanelli.