Archivio news 10/06/2019

PRO ROMA Calcio a 8, all'insegna del "Fattore Gruppo".

Il ritorno di una vecchia conoscenza alla guida di una nuova squadra.

“Dell’ assetto tecnico dirigenziale ti posso dire che siamo autogestiti; paghiamo la quota campo e gestiamo autonomamente modulo e sostituzioni in totale serenità e in base alle caratteristiche di ognuno.”

In mezzo a tante squadre blasonate, con un assetto di comando a struttura piramidale, curate, finanziate, gestite da presidenti, direttori e allenatori, nella stagione estiva del massimo campionato della #CenturionLeague ha voglia di imporsi una realtà differente, diretta e amministrata dai giocatori stessi, il Pro Roma Calcio a 8.

Dall’iniziativa di Stefano Melis (o per meglio dire con il ritorno di Stefano Melis, protagonista di tante squadre del passato #Centurion) Davide Berardi, Federico Giulitti e di una rosa di giocatori tutti legati da un passato con i colori del “Pro Roma Calcio”, sta muovendo i passi nel campionato di #SerieUltimate questa nuova squadra, spinta dal desiderio di divertirsi, condividere insieme un’esperienza appassionante e di livello e, perché no, giocarsela con tutti a testa alta fino a dove riusciranno ad arrivare.

Conosco davvero bene il circuito Centurion, so che sia il campionato invernale che quello estivo sono seriamente impegnativi, e per di più tutti i servizi che offre lo rendono uno dei migliori del Lazio. Proprio per questo abbiamo voglia di fare bene, divertendoci, sicuramente, ma anche dimostrando di essere una bella squadra nel confrontarci con grandi società del calibro del Peperino (che ha contribuito a costruire in veste di direttore sportivo del presidente Ruggeri n.d.r.) e della Pisana, e anche con quelle che come noi sono “neoarrivate” ma che vantano degli organici importantissimi come il Tor Sapienza e l’Inter calcio a 8.”

La partita d’esordio per la squadra di Melis è stata casualmente proprio il “derby personale” con il Peperino di D’amora, partita da tutti molto sentita, sia per il rapporto che ha legato Melis ed altri giocatori alla squadra biancorossa ma anche e soprattutto per il desiderio di esordire nel campionato #Ultimate presentando un bel biglietto da visita.
Obbiettivo raggiunto, considerando il pareggio per 4 a 4 conseguito contro i campioni in carica, partita in cui il “ProRoma” ha dimostrato di essere una squadra ben quadrata, dotata di ottimi elementi ma, ciò che forse conta di più, di avere una forza di gruppo ferrea, che li ha portati a disputare 50’ ad alta intensità, con spregiudicatezza e coraggio.

“Come ho già detto conosco molto bene il Peperino. Rispetto molto il loro valore ma ero anche consapevole del nostro, così con i ragazzi abbiamo deciso di giocarcela a viso aperto e ne è uscita fuori una partita molto “scoppiettante”.

“Abbiamo una rosa di ottimo livello: Riccucci del Trastevere, Fagioli del Villalba, Toncelli del Guidonia, Gamboni del Pomezia, i vari del gruppo Pro Roma, su tutti capitan Talone, Taviani della Cavese, per citarne solo alcuni, tutti giocatori di esperienza che hanno militato per anni in categorie importanti. La nostra filosofia dunque sarà sempre questa, giocarcela alla pari con tutti e complimenti a chi riuscirà a batterci, continueremo a divertirci.”

Una squadra di carattere, come ci racconta quindi Stefano Melis, fiduciosa dei propri mezzi e con la voglia di mettere paura a tutti senza temere nessuno, eccetto loro stessi.
Un progetto nuovo, diverso dalla maggior parte di quelli che abbiamo visto nella stagione invernale, che seppur con qualche incertezza spera di poter durare a lungo, anche oltre la stagione #Ultimate.

“La volontà ci sarebbe, molto dipenderà dalla disponibilità dei giocatori, che per lo più  giocano in Eccellenza e Serie D, perciò non credo che sarà facile allestire una squadra per la prossima stagione. Detto questo non si sa mai, sicuro però è che d’estate riesce tutto meglio, vogliamo goderci questo adesso, il futuro poi si vedrà.”

Concentrazione intanto su questo difficile campionato, ProRoma calcio a 8,
In bocca al lupo!

Pietro Teofilatto