Archivio news 16/06/2019

Canarini Roma, tra moderatezza e ambizione

La squadra di Mr. Daniele Assogna vuole spiccare il volo nel girone A della categoria #Ultimate. Il racconto del vicepresidente Gallo.

Vent’anni fa nasceva in Luca Impara e Francesco Gallo (oggi presidente e vice n.d.r.) l’idea di creare il “Canarini Roma” – quest’anno alla prima apparizione all’interno del circuito #CenturionLeague – un progetto nato dalla stessa voglia e passione che avevano condiviso in gioventù tra le fila della società “Romulea” prima e “Pro Calcio Italia” poi.

Partiti da un gruppo di amici, tutti legati dall’amore per questo gioco e soprattutto per il colore giallo della storica maglia vestita in passato, oggi i Canarini – come racconta il Vicepresidente Francesco Gallo – hanno  iniziato il loro percorso nella Serie #Ultimate della Centurion con una rosa competitiva e uno Staff ambizioso e preparato:

“La presidenza è sempre in mano a Luca (Impara n.d.r.) il quale affianco in veste di vicepresidente e di direttore sportivo. La direzione tecnica della squadra è invece affidata all’esperienza di Daniele Assogna, portiere con un grosso passato ai vertici dei campionati dilettantistici.
Siamo tutti molto contenti di aver iniziato questa nuova avventura, il campionato #Centurion lo conoscevamo per fama, sappiamo che il livello è alto, ma lo è anche il nostro morale e la nostra voglia di fare bene, veniamo
da un torneo internazionale di calcio ad 11, dove ci siamo confermati campioni per 5 anni di seguito, vogliamo concludere ancora meglio l’annata.”

L’avvio di stagione dei Canarini è stato impegnativo ma al netto dei punti guadagnati – due nelle prime due giornate – positivo, soprattutto per la buona condizione fisica dimostrata e l’idea di gioco chiara ed espressa bene in campo, votata a condurre il gioco tramite uno stile propositivo ed offensivo.

“Alle prime due giornate abbiamo affrontato due ottime squadre, preparate; ci hanno fatto una grande impressione e ci hanno reso ancora più consapevoli del fatto che il campionato è molto competitivo e sarà dura.
Noi però non ci tiriamo indietro, affronteremo ogni partita rispettando con umiltà qualunque avversario ma senza rinunciare alle nostre caratteristiche e soprattutto a divertirci. Fa parte del nostro spirito, siamo dei ragazzi che vivono e sentono il calcio in questa maniera, come un cartone animato per adulti.”

Un percorso, quello dei Canarini, che ci apprestiamo a seguire con grande curiosità e interesse, visti i presupposti – Cercare di approdare alle fasi finali è il nostro obiettivo; vedremo presto se sapremo essere all’altezza, siamo pronti a dare battaglia minuto per minuto, per giocarci la qualificazione senza pensieri e con coraggio.” – e la rosa che vanta nomi di rilievo nel mondo del calcio a 11 laziale e, ovviamente, nel mondo del c8 come Bianchini, Di Mauro, Esposito, Di Meglio, per citarne alcuni.

“Abbiamo una squadra di giocatori molto validi, che sappiamo ci daranno soddisfazione, l’obiettivo è cercare di creare un gruppo eterogeneo, un connubio di esperienza e talento.
C’è ancora da integrare qualcosa, qualche puntellatura, ma l’ossatura dei Canarini è forte e ben studiata, ci fidiamo dei nostri ragazzi.”

Testa sulle spalle, capacità e grinta, ci si aspetta un campionato all’altezza delle aspettative per i “Canarini Roma” che alla prossima giornata (17.06.2019 n.d.r.) sfideranno il Divin Zagarolo di mister Benedetti – reduce da un pareggio e una sconfitta nelle due gare di inizio campionato – per cercare i primi 3 punti della stagione; occhio però a non sottovalutare gli avversari, sicuramente vogliosi di rivalsa.

La strada che porta alle fasi finali è appena cominciata, il Canarini deve continuare a mantenere alta la concentrazione per vagliare le proprie capacità, riuscire a giocarsela con tutte le squadre del girone e lanciare un occhio al futuro.

“La testa è rivolta solo all’estivo per il momento, ma in ogni caso questa stagione ci servirà per capire di che pasta siamo fatti e le nostre potenzialità in questo tipo di competizione; è sicuramente un test per poi valutare la partecipazione alla stagione invernale a titolo definitivo.”

 

Godetevi il divertimento dunque, Canarini Roma, e in bocca al lupo!

Pietro Teofilatto.